Ribelli Zen, rilassarsi per realizzarsi – Maggio 2018

Ribelli Zen, rilassarsi per realizzarsi – Maggio 2018

Ribelli Zen
rilassarsi per realizzarsi

con bagno di gong e tamburi

La ribellione è una forma dell’amore

conduce: Selene Calloni Williams

Sabato 19 Maggio

ore 9.30 – 15.00

La ribellione non è rivoluzione, non ha niente a che vedere con la politica, le folle, la violenza. La ribellione è una metamorfosi interiore che ci permette di superare i condizionamenti acquisiti. La parola d’ordine del ribelle è “supera te stesso, con amore!” Ecco perché tutti i grandi uomini della storia sono stati anche dei ribelli. Il ribelle è il creativo per eccellenza. La cosa straordinaria è che la ribellione è un’arte e si può apprendere. Quando piove il ribelle gusta la pioggia, mentre gli altri si bagnano. Questo perché il ribelle non è condizionato dai valori comuni e affronta la vita con meraviglia. La ribellione è un evento spirituale, un fatto dell’anima, è una forza selvaggia naturale, non organizzabile dalle istituzioni, non manipolabile. La ribellione cambia in meglio le tue condizioni di vita e cambia positivamente il tuo mondo. Infatti liberarsi dai condizionamenti è liberarsi dalle ansie inconsce e vivere rilassati.
Il rilassamento è la chiave per la salute e la realizzazione di sé perché avvia la nostra capacità di guarigione naturale e innata e inoltre ci permette di vivere una vita ispirata. È quando siamo veramente rilassati che può avvenire il vero cambiamento. I condizionamenti che ci portiamo dietro si fondano sulle paure inconsce e ci tengono in un perenne stato di tensione, ma essi si sciolgono individuandoli e “pacificando” le immagini archetipiche di riferimento.

Nel corso “Ribelli Zen” ci sono trent’anni di esperienza nel campo dell’induzione evocativa, della suggestione immaginativa, della trance e degli stati non ordinari di coscienza che Selene Calloni Williams ha acquisito lavorando a contatto di grandi sciamani di svariate tradizioni e luoghi del mondo.
Questo corso ti sposterà da dove ti trovi. È al servizio di coloro che vogliono evolvere. Scoprirai che le leggi del mondo, proprio come la principessa prigioniera nella torre, non attendono altro che una tua adesione incondizionata all’avventura per liberarsi da se stesse. La conoscenza unita all’amore è l’arma invincibile del ribelle. Un ribelle è un uomo felice, eppure egli non è ribelle perché vuole la felicità. La felicità è qualcosa che il ribelle trova per strada, quasi ci inciampa mentre guarda altrove. Un ribelle è ribelle perché ama i lupi e le formiche, le api e il vento.

Un ribelle è ribelle perché appartiene alla terra, perché cammina nel deserto o in alta montagna o nuota al largo nel mare, un ribelle è ribelle perché è un essere vivo, non uno zombi che replica idee altrui e, pieno di arroganza e prepotenza, vuole dominare il mondo con quelle quattro nozioni che pretende di avere imparato all’Università.
Un vero ribelle è un vero creativo che ha passione e prova piacere in tutto ciò fa, perché tutto ciò che fa è un gesto creativo che dona piacere, non una meccanica ripetizione di ciò che è conosciuto dalla mente, ma è l’atto del fare all’amore con l’invisibile: le nozze alchemiche. La condotta del ribelle è l’assenza di sforzo, poiché il ribelle non dimentica mai di essere incondizionatamente amato e mai, neppure per un solo istante, volge le spalle al suo amante invisibile, il suo spirito guida, che gli procura tutto ciò di cui ha bisogno e anche molto di più.

Le civiltà che non sanno più accettare il contributo dei ribelli sono a grave rischio di estinzione.
I grandi profeti della storia non sono stati forse dei ribelli? Essere veri cristiani o buddhisti oggi non significa forse essere dei ribelli?
Se sei un ribelle è giunto il momento di dirtelo e di vincere la paura. Non puoi fare a meno di essere ciò che sei, puoi solo soffrire e avere una vita dura nel vano tentativo di reprimere ciò che sei, ma non ne vale la pena.

La paura è il tuo solo vero nemico, vincilo adesso.

Per info e iscrizioni:  info@yogatime.it0586 951914Gigliola Ferrucci: gilly.ferrucci@yahoo.it  – 331 2328723

Scrittrice, viaggiatrice e documentarista, Selene Calloni Williams è autrice di numerosi libri e documentari a tema psicologia ed ecologia profonda, sciamanismo, yoga, filosofia e antropologia.
La sua peculiarità e risorsa è poter spaziare da Oriente ad Occidente. In Oriente, e precisamente in Sri Lanka, Selene studia e pratica, per svariati anni, la meditazione buddhista Theravada. Tornata in Europa, studia psicologia e ottiene un master in screenwriting presso la Napier University di Edimburgo. Incontra quindi il celebre psicoanalista James Hillman che la inizia al mondo alchemico della psicologia del profondo e alla visione immaginale. La possibilità di abbracciare insegnamenti orientali ed occidentali è assai preziosa perché capace di tradurre il messaggio orientale in modi adeguati alle modalità di ricezione della psiche degli occidentali, i quali indubbiamente hanno una tradizione immaginale occidentale. Selene Calloni Williams è l’iniziatrice del “metodo simbolimmaginale” o “approccio immaginale” e della scuola italo svizzero degli immaginalisti. L’approccio immaginale è applicato a varie tecniche e discipline nell’ambito delle professioni fondate sulla relazione d’aiuto e nel campo della crescita personale. Per esempio la Mindfulness Immaginale, la Psicogenealogia Immaginale, le Costellazioni Immaginali, la Regressione Immaginale, ecc. L’approccio immaginale si caratterizza poiché non parte dall’Io e non ha come fine il rinforzo delle strutture dell’Io, bensì segue il cammino del “fare anima”, rappresentato dalla capacità di smaterializzare e depersonalizzare il reale.