Ultime Notizie

NON DUALITÀ

“Se cerchi la completezza di una pace incorruttibile,
di una felicità che non dipenda dal piacere,
dove sentirti finalmente a casa, allora
quello che cerchi è già qui, adesso.
Guardati intorno
La risposta a tutte le tue tormentose domande sulla vita
Non è nel pensiero, è la vita stessa, che pulsa, vortica ed esplode in tutto questo:
Il battito del tuo cuore
Il respiro che va e viene
I rumori
Le voci
Le sensazioni
La luce
La mosca
Il torcicollo
Le nuvole che veleggiano nel cielo
e via, via in alto fino alla galassia che non smette mai di ruotare
e via via giù in basso fino all’infinitamente piccolo, dove le particelle subatomiche vorticano
compiendo milioni di giri in tutto questo.
La parola “non dualità” indica che nella realtà ci sono infinite differenze, ma nessuna vera separazione”

Mauro Bergonzi

Grazie Mauro, ora più che mai, per farci toccare questo senso di infinito

E, se è vero che niente capita a caso

“Vedere l’uno nei molti e i molti nell’uno” THAY

E, se è vero che niente capita a caso,

ciò che sta succedendo nel mondo, questo momento così delicato, dovrebbe invitarci ad una riflessione per poi, subito dopo, aprirci ad una comprensione più profonda.

Prima fra tutte quella di riconoscere che la qualità del nostro incedere nella vita dipende da noi.

La malattia, i virus, anche quelli che non conosciamo, da sempre, sono parte della nostra esistenza al pari della salute, della prosperità e dello stesso Amore, ed è nostra la responsabilità di svegliarci affinché, nelle difficoltà, le nostre scelte siano ben direzionate verso il raggiungimento del bene personale e insieme di quello comune.

Troppe volte pensiamo, parliamo ed agiamo senza una comprensione vera, questo oggi non appare più possibile.

Che sia questa l’occasione per uscire finalmente dalla miopia e comprendere il significato dell’interdipendenza che ci lega così profondamente e così da vicino?

Paradossalmente, l’invito attuale a limitare le distanze a non toccarci, neanche a sfiorarci, ci rimanda a quanto siamo interconnessi , e alla necessità di esserlo. Anche se apparentemente lontani ci scopriamo improvvisamente molto più vicini di quanto crediamo e di quanto quel filo sottile della nostra “vulnerabilità esistenziale” ci leghi e ci accumuni tutti senza alcuna distinzione di genere.

Improvvisamente, percepiamo quanto i nostri stati d’animo che siano la gioia, la tristezza, il disagio o la paura siano così fittamente collegati con quelli di tutte le forme esistenti da ritrovarci uniti nel sentimento riscoperto della nostra fragilità.

Da qui parte l’avventura: potremo iniziare il viaggio più importante di tutta la nostra storia evolutiva attraverso un percorso in grado di riportarci agli albori della nostra esistenza, per renderci Tutti un po’ più umili e grati. Potremmo acquisire la capacità di andare oltre la paura, poiché la paura separa, irrigidisce, rende immobili e miopi e comprendere che la risoluzione dei problemi, così la nostra sopravvivenza, è sempre una questione di scelta responsabile e soprattutto rivolta all’interesse comune.

“Vedere l’uno nei molti e i molti nell’uno” Thay

La parola IN-TERESSERE coniata mirabilmente dal maestro T.N.H appare in questo momento più che mai attuale e densa di significato.

Ci indica quanto la separazione, non sia mai effettiva ma solo nella nostra mente.

La comprensione piena di non poter esistere solo per se stessi ci accompagna al di là del nostro piccolo mondo egoico: torniamo a percepirci come parte di quell’intima connessione con e fra tutto ciò che esiste per, finalmente, aprirci all’esperienza bellissima e riparatrice della Gratitudine.

Allora, forse, nel condividere, quel senso di angoscia che da sempre si accompagna alla consapevolezza della nostra “impermanenza” apparirà meno pesante e ci sentiremo meno soli.

Adesso, come nei momenti di maggiore difficoltà, la dovuta riflessione lasci emergere la parola “Unità”, in quanto strategia migliore, e “l’antivirus” più potente, a nostra disposizione, per la salvaguardia della nostra specie e del Pianeta che ci accoglie.
Usciremo da questo momento così difficile, ne usciremo nel modo migliore, ma non lasciamo che il significato profondo dell’invito proposto, si perda nel vuoto.

Meditazione, una strategia di vita

Siate liberi! Liberi, ma non incoscienti.

Riprendetevi appieno la libertà di discernere: verità dalla menzogna, coerenza dalla contraddizione, discriminazione dalla falsa tolleranza…

È possibile.

Trovate un luogo, il vostro cuscino di meditazione dove sedervi o semplicemente un angolo quieto della vostra casa dove tornare ad assaporare un po’ di silenzio.

E nel silenzio, datevi il tempo di lasciar dissolvere le coltri generate dalla confusione e dall’ignoranza, restituite spazio alla vostra mente, uscite dalla paura e lasciate emergere le strategie migliori e necessarie.

La vera libertà passa attraverso la chiarezza e questa passa attraverso la retta conoscenza. Quando la mente è quieta lo stato emotivo è contenuto, la presa di coscienza è piena, la chimica nel corpo si modifica e il sistema immunitario ne trae giovamento.

Quando meditiamo operiamo la scelta di attraversare il percorso della nostra vita ad una vibrazione ben più alta rispetto alla paura, quella dell’amore.

E.F.

Massaggio Ayurvedico – RIMANDATO

SABATO 7 MARZO – 9.00/14.00

Per appuntamenti: info@yogatime.it – 329.5693923

Un’occasione per conoscere il  Massaggio Ayurvedico.
Trattamento di 30 minuti: €20,00

con Claudia Cacciapuoti